L'arte trasmette i più alti sentimenti ai quali l'uomo sia mai arrivato (Leone Tolstoj)

Home

Isabella Staino, nata a Firenze e livornese d’adozione, presenta a Salerno la sua 62° mostra personale, a conclusione di un anno 2018 scandito dalle grandi mostre del ciclo “Un mondo completo”, dalla Villa Argentina di Viareggio al PAN di Napoli.
Sono opere dal 2012 al 2018 che, in suggestivo colloquio con i luminosi spazi della chiesa della SS. Addolorata, narrano la realtà trasfigurata e la visionarietà del quotidiano.
Sono grandi tele, accese di colori, sospese tra canto, sussurro e silenzio, abitate da figure e gesti riconoscibili e perciò misteriosi. Sono piccole opere su carta, dense come miniature, lievi come un monotipo. Sono cicli pittorici che si affacciano su altri mondi completi, la fiaba di Lighea, la Basilicata di Carlo Levi, la scultura di Giuseppe Gavazzi.