Cimice di Majakovskij

Il Flauto di Vertebre

Nel Teatro Taganka di Jurij Ljubimov, Venjamin Smechov non era solo un attore del leggendario spettacolo degli anni Sessanta “Ascoltate!”, che narra la vita, l’opera e la morte di Vladimir Majakovskij, ma anche un coautore di questo lavoro teatrale insieme al regista Ljubimov. Per l’attore fu molto importante sia per la vita che per il lavoro la sua amicizia pluriennale con la musa di Majakovskij - Lilja Brik. Nel libro su Majakovskij, pubblicato in Italia, Lilja Brik menzionò Venjamin Smechov in riferimento alla sua lettura dei poemi “L’uomo” e “La guerra e la pace” di Majakovskij per un’emittente radiofonica di Mosca.

La rappresentazione su poesie e lettere di Vladimir Majakovskij “Il flauto di vertebre” è una nuova opera di Venjamin Smekhov con giovani attori del Teatro Taganka, ultimi allievi di Jurij Ljubimov. Gli spettatori potranno apprezzare la musicalità del linguaggio del geniale poeta e canzoni su liriche dei suoi autori classici preferiti – Puškin, Nekrasov, Lermontov e Esenin. 

Galina Aksenova
regista

Venjamin Smekov
Dmitri Vissotskij
Mariia Matveeva
Attori

Vlad Frolov
Scenografo e lighting designer